UN CASO DI BUONA SANITA': SAN JACOPO PISTOIA
LA POLITICA, LA COMUNICAZIONE, IL WEB

PASSIONE, SCOPI, OSTACOLI DA SUPERARE

E' la passione che ci manda avanti, sono gli scopi che ci rendono la vita leggera pur nel mare di difficoltà che siamo chiamati tutti i giorni a gestire, sono gli ostacoli da superare che rendono vivi.

Mai come in questo momento siamo pieni di opportunità, può apparire un discorso blasfemo ma è così. 

Se non ti piace la condizione in cui ti trovi, soprattutto oggi, cosa ti costa provare a cambiare, a migliorarti, a studiare, insomma, a fare qualcosa di concreto per crearti una vera, tua opportunità?

Viviamo nel mondo del precariato, delle partite iva, degli stipendi che non bastano ad arrivare alla fine del mese. Il posto fisso oramai non esiste più, relegato nei libri di storia e nelle storie fantastiche che iniziano con:" Ti ricordi quando qualcuno andava in pensione a 15 anni 6 mesi e un giorno e tutti comunque dopo 35 anni di lavoro?". Io me lo ricordo quel tempo, non esiste più.

Tutto è cambiato. Questo post lo scrivo perchè nei giorni scorsi un ragazzo mi ha chiesto suggerimenti su come fare a crearsi un futuro. Mi lusinga il fatto che qualcuno mi chieda suggerimenti su cose così importanti ma non sono io la persona giusta per dare suggerimenti, posso solo raccontare una storia, la mia, se poi serve a qualcuno come spunto, tanto meglio.

Ho fatto un sacco di errori, la mia prima vita professionale dopo un inizio sfolgorante ha avuto una terribile parabola discendente, ero troppo giovane e troppo stupido e presuntuoso per gestire il successo e non avevo nessun mentore, o meglio, non permettevo a nessuno di consigliarmi o darmi suggerimenti, in fondo, mi ero fatto da me, con tanta gavetta, nessuno mi poteva insegnare niente, ero invincibile. Quanta presunzione. La caduta è stata rovinosa, dal tetto del mondo, il mio mondo, al tappeto a 35 anni, quando molti iniziano a pensare alla carriera io avevo fallito. Il limbo e la sofferenza sono durati quasi dieci anni ed è stata dura, nessuno può immaginare quanto sia stata dura, ma una cosa non mi ha mai abbandonato: la passione, il divertimento e la voglia di ottenere risultati, nonostante tutto, nonostante tutti.

La passione per quello che facevo, per i progetti che accarezzavo, per la vita e per il mio futuro, questa è stata la molla che mi ha permesso di ricominciare, di ricostruire, di crearmi una seconda possibilità.

La passione e l'entusiasmo mio e delle persone che ho incontrato sulla mia strada e che mi hanno dato una mano condividendo con me progetti e avventure.

Ecco, un'altra chiave per alimentare la passione e ottenere risultati è quella di circondarsi di persone positive, visionarie, con la testa tra le nuvole e i piedi ben piantati per terra, che sappiano, insieme a te, trasformare un sogno in un progetto, con dei precisi step da raggiungere.

Non stancarti di cercare persone così, è difficile trovarle ma esistono. 

Liberati dei demolitori d'entusiasmo, quelle persone che probabilmente ti vogliono bene ma che vedono tutto impossibile, tutto complicato, che sono sempre pronte a dirti dove stai sbagliando ma si guardano bene dal darti consigli costruttivi. I demolitori d'entusiasmo sono quelle persone che ci hanno rinunciato, che non vedono un futuro, che criticano il sistema senza fare nulla per cambiarlo. Sono quelle persone che si lamentano di quello che hanno, ma non sono disposte a rischiare nulla per cambiare la propria situazione, che aspettano che qualcuno risolva i loro problemi.

Nessuno risolve i nostri problemi se siamo noi il problema. 

Cosa ti costa provare? Rispolvera il sogno che hai messo nel cassetto, cerca la chiave che hai buttato via o che hai dato a qualcuno e se non la trovi scassina il cassetto, spaccalo,trova il tuo sogno e tiralo fuori. Siediti e progetta il tuo futuro, non permettere agli altri che lo facciano al posto tuo.

Vorrà dire soffrire, vorrà dire sacrificarsi, vorrà dire stare in ansia, vorrà dire studiare di più e dormire di meno, vorrà dire prendersi qualche bello schiaffone dalla vita. Vorrà dire avere in mano la propria vita e viverla pienamente. Questo vorrà dire. Io lo sto facendo dal 1980, anno in cui mi sono affacciato al mondo del lavoro e se mi giro indietro, ho tantissime cose su cui recriminare ma sono molte di più quelle da coccolarmi e su cui essere soddisfatto. Questo è il segreto: Passione e scopi e qualcuno con cui condividerli.

Non puoi cambiare il passato perchè è già successo, non puoi cambiare il presente perchè lo stai vivendo in questo momento, puoi solo cambiare il futuro, aprendo porte chiuse che fanno paura ma ricordandoti una cosa importante:

I bambini hanno paure immaginarie, gli adulti hanno paure reali. Sei adulto o ancora bambino?

Sei sicuro che quella porta chiusa che ti fa così paura non nasconda solo una paura immaginaria, figlia del tuo attaccamento al passato, figlia delle tue esperienze sbagliate, figlia dei giudizi e delle storie di altre persone che hanno influenza su di te?

Non lo saprai mai se non apri quella porta, se non scavalchi il muro delle tue paure. Mi ricordo quando eravamo bambini: i muri ci affascinavano, ci arrampicavamo sui muri per vedere cosa c'era dall'altra parte, non erano ostacoli paurosi ma prove da affrontare e chi riusciva a salire sul muro, seduto a cavalcioni, si godeva il panorama e sapeva cosa c'era dall'altra parte. Chi stava sotto al muro chiedeva:"Cosa vedi, cosa c'è?" e non riceveva mai una risposta, perchè il muro lo devi scavalcare da solo, non vale raccontarlo.

La paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e ... non trovò nessuno, recita una famosa massima. E' vera!

Grazie Demetrio per avermi aiutato a scalare i miei muri e per averne trovati di nuovi da scalare insieme. Grazie Amico mio. Cazzu Cazzu che fatica ma che divertimento. ;-)

Il mantra di questo post è: trovaituoimuriescalali

Images

Commenti

wilma Tarozzi

Accidenti Mauro! Ti ho conosciuto due anni fa perchè ho partecipato ad un tuo corso la nostra conoscenza quindi si limita ad una serie di incontri formativi durata quanto?.. due tre mesi? No la nostra conoscenza è fatta di molto di più: conoscerti significa entrare , se lo si desidera, nella tua Aura, ricevere continui stimoli e motivi di riflessione ma anche divertirsi leggendo alcuni tuoi post. Così è successo che nelle settimane scorse mi sia chiesta come mai fossi così in apprensione per te e la risposta la trovo dentro a ciò che hai scritto oggi: La tua carica vitale, la tua forza aiutano continuamente che ti segue. Leggerti diventa un appuntamento importante per riconsiderarsi e ricaricarsi. Le tue sferzate sono quelle che ti aspetti dal migliore amico. Ora vado a cercare un cassetto da rompere e torno. Grazie Mauro

mauringhio

Grazie 1000 Wilma per il tuo commento che fa crescere in maniera smisurata il mio già esagerato ego ;-) Buona giornata

alfonso panzetta

Amico mio, questa la incorniciamo!

I commenti per questa nota sono chiusi.